Mar. Nov 24th, 2020
lamborghini-huracan-performante-spyder

Anche senza il tetto, la Lamborghini Huracan Performante Spyder trova nella velocità elevata il proprio punto di forza.

Questa nuova supercar di casa Lamborghini, grazie al suo motore V10, ha la capacità di garantire prestazioni da sogno, complici i 640 cavalli che è in grado di scaricare sull’asfalto, in combinazione con un sistema di aerodinamica attiva all’avanguardia che si fa apprezzare quando si è in pista.

IL MOTORE DELLA LAMBORGHINI HURACAN PERFORMANTE SPYDER

Il motore della Lamborghini Huracan Performante Spyder è un v10 da 5.2 di cilindrata è lo stesso visto sulla versione coupé, ma rispetto al propulsore della Huracan Performante è potenziato.

Presentata in occasione del Salone di Ginevra 2018, la vettura si rifà alla coupé per tutto il comparto meccanico: solo in teoria dovrebbe risultare svantaggiata nel confronto con le auto con il tetto, in pista, dato che le rivali possono contare su un telaio più preciso e più rigido, oltre che su una maggiore leggerezza complessiva.

All’atto pratico le previsioni potrebbero essere ribaltate, anche perché costituisce l’evoluzione di un modello che, tra tutti quelli che hanno fatto segnare i giri più veloci sul tracciato del Nurburgring, si colloca in seconda posizione.

I numeri non lasciano troppo spazio alla fantasia, con i 640 cavalli erogati a 8 mila giri al minuto che esaltano la sportiva emiliana in tutta la sua grinta.

LE PRESTAZIONI

lamborghini-huracan-performante-spyder-lato

Anche le prestazioni dichiarate della Lamborghini Huracan Performante Spyder fanno sognare, a cominciare da uno scatto da zero a cento chilometri orari che viene coperto in tre secondi e un decimo.

Per arrivare a duecento all’ora, invece, ci vogliono nove secondi e mezzo, praticamente meno di quanto Usain Bolt impieghi per percorrere i 100 metri.

Il picco di velocità della Huracan Performante Spyder viene raggiunto, invece, ai 325 orari.

Come gli esperti noteranno, i numeri sono molto simili a quelli della coupé sia dal punto di vista della velocità massima che per ciò che concerne lo scatto da ferma: è sorprendente constatare, tuttavia, che la versione Spyder ha un peso superiore di oltre un quintale.

Il modello mostrato a Ginevra, infatti, tocca i 1.507 chili, mentre con la coupé ci si fermava a 1.382: praticamente, 125 chili in meno.

Perché la Spyder pesa così tanto di più?

Essenzialmente, in virtù degli irrigidimenti che i progettisti hanno ritenuto necessario integrare con lo scopo di rendere il telaio più forte.

Come noto, nelle spyder e nelle cabriolet si deve intervenire sul telaio per equilibrare l’assenza del tetto.

COME È FATTA LA LAMBORGHINI HURACAN PERFORMANTE SPYDER

lamborghini-huracan-performante-spyder-retro

A proposito del tetto della Performante Spyder, si apre e si chiude nel giro di diciassette secondi fino a una velocità di 50 chilometri orari: è in tela ad azionamento elettrico.

Ciò che distingue più di ogni altro elemento la Lamborghini Huracan Performante Spyder, ad ogni modo, è il sistema Aerodinamica Lamborghini Attiva, concepito per una vettura in cui i 1.507 chili sono distribuiti al 43% sull’asse anteriore e al 57% su quello posteriore.

Il sistema, il cui acronimo non casuale è ALA, è stato progettato in modo tale da riuscire a modificare il carico aerodinamico della vettura in base al tracciato che si sta percorrendo e alle sue condizioni.

Le appendici vengono mosse in 5 decimi di secondo attraverso la LPI, la centralina elettronica Lamborghini Piattaforma Inerziale, così che, a seconda del percorso, possano essere aumentate la stabilità o la scorrevolezza.

COME FUNZIONA IL SISTEMA AERODINAMICO

Con un’auto che supera senza problemi i 300 chilometri all’ora, è ovvio che la garanzia di stabilità è uno degli obiettivi primari.

Ciò può avvenire, tra l’altro, tramite l’intervento del sistema ALA sulla regolazione della posizione delle appendici anteriori, che si chiudono per fare in modo che l’auto freni in maniera più efficace e possa percorrere le curve senza problemi.

Nel momento in cui tali appendici sono aperte, invece, si possono toccare velocità superiori, anche in virtù di una resistenza all’avanzamento minore.

A questo punto, non resta altro che attendere che questo bolide, dopo la presentazione in anteprima in Svizzera, venga messo in commercio: le consegne dovrebbero iniziare già da questa estate, per un prezzo di partenza di 268 mila euro.