Mar. Nov 24th, 2020
nuova-ford-focus-2018

La nuova Ford Focus, disponibile in versione berlina e in versione wagon, accoglie il meglio della tecnologia automobilistica più recente e festeggia nel 2018, il suo ventesimo compleanno con un abitacolo rinnovato accompagnato da un design moderno.

Correva l’anno 1998 quando la prima Focus si palesava sul mercato per essere venduta, nei due decenni successivi; più o meno in sette milioni di unità in Europa e in più di sedici milioni di esemplari in tutto il mondo.

Un successo clamoroso che si vuole ripetere anche con la Focus più recente, che sarà disponibile in vendita a partire dal mese di luglio.

COME SARÀ LA NUOVA FORD FOCUS

nuova-ford-focus-2018-lato

Lunga 4 metri e 38 centimetri nella versione berlina a 5 porte e 4 metri e 67 centimetri nella versione wagon.

La prossima Focus mette in mostra uno stile che per certi aspetti riporta alla mente quello della Fiesta, la sua sorella minore, soprattutto per quel che concerne le linee scolpite.

I fari di grandi dimensioni che dominano il frontale sono appuntiti e collocati in una posizione più elevata rispetto a quella della mascherina esagonale.

nuova-ford-focus-2018-posteriore

Nella parte inferiore della fiancata una evidente nervatura contribuisce ad accrescere un dinamismo che è aumentato anche dalla distanza tra le ruote, salita di cinque centimetri rispetto al modello precedente.

Lo stile della nuova Ford Focus, pone in risalto anche una base dei finestrini dall’andamento curvo e un tetto che scende verso il posteriore in modo deciso.

Non c’è più il lunotto alquanto inclinato del passato, sostituito da un vetro verticale (o quasi).

ENTRIAMO A BORDO DELL’ABITACOLO

nuova-ford-focus-2018-interni

Entrando all’interno dell’abitacolo, non si può che rimanere colpiti in positivo dalla cura con la quale è stato progettato e rifinito: ecco, per esempio, plastiche che al tatto risultano estremamente piacevoli, ben integrate in un design che, pur essendo classico e lineare, si fa ricordare.

Il cruscotto retroilluminato della plancia include il contagiri e il tachimetro, che sono distanziati da un grande display a colori, mentre l’elemento più peculiare è rappresentato dallo schermo a sbalzo centrale dell’impianto multimediale, con diagonale di otto pollici.

A proposito di tecnologia nella nuova Ford Focus non possiamo non portare in evidenza l’head-up display.

Questo sistema permette di proiettare le informazioni provenienti dal navigatore e dal cruscotto di fronte al conducente, su una lastra trasparente che è collocata al di sopra della plancia.

GLI INTERNI

Per i passeggeri lo spazio a disposizione è tanto; un evidente miglioramento rispetto ad uno dei difetti del modello precedente.

Il miglioramento della seduta posteriore permette alle gambe dei passeggeri di trovare posto senza difficoltà, così come non è problematico il rigonfiamento del pavimento centrale.

Il bagagliaio della wagon ha una capacità massima di 1.653 litri.

Tra le tante ragioni per cui sarà un piacere mettersi alla guida della nuova Focus c’è il sistema multimediale Sync 3, con i protocolli Android Auto e Apple CarPlay.

Il ripiano per ricaricare i cellulari wireless e l’hot spot per poter usufruire di una rete wifi per un totale di dieci dispositivi differenti sono punti di forza da non sottovalutare, che si aggiungono alla chiave programmabile – la Ford MyKey – che consente di configurare diverse caratteristiche della vettura, tra cui il volume dell’impianto audio o la velocità di punta che può essere raggiunta.

LA DOTAZIONE TECNOLOGICA

Gli aiuti elettronici alla guida della nuova Ford Focus, sono così tanti che non possono essere riassunti in un breve elenco, ma certo merita una menzione significativa il cruise control adattivo che, con il cambio automatico, è in grado di arrestare l’auto e di farla ripartire da sola quando ci si trova in coda.

I fari possono essere muniti di abbaglianti ad attivazione automatica, nel senso che si trasformano in anabbaglianti nel momento in cui ci si trova dietro ad altri veicoli o si incrocia qualcuno, mentre la frenata di emergenza automatica ha la capacità di riconoscere non solo i veicoli ma anche i pedoni e i ciclisti.

Utile infine il sistema per non uscire dalla propria corsia.